Chi si offende per il presepe è più ottuso di Erode

Maiori_Presepe_Giardini_Mezzacapo_2004_038Xoventù concorda pienamente con la posizione di Veneziani. Le nostre tradizioni e il significato che portano con loro sono la base e linfa della nostra società.

Il giorno dell’Immacolata, a casa mia, facevamo il presepe. Il giorno dopo lo facevamo a scuola. Era la scuola De Amicis, come la famosa scuola presepofoba di Bergamo. Vorrei dire ai cretini che aboliscono il presepe per non offendere i non cristiani, cosa si perdono e cosa fanno perdere ai bambini.

Il presepe era la nascita di un bambino, di una famiglia, di una comunità. Era il calore in pieno inverno, era il cielo stellato nel gelo di dicembre, era la luce al buio della notte. Il Continua a leggere

No ad Halloween, Sì alla Lumaza!

halloween-veneto-lumazaTra il 31 ottobre e il 1 novembre si è storicamente soliti commemorare i defunti, facendo magari una visita nel luogo di eterno riposo.
Per secoli i veneti li hanno ricordati anche se in modalità differenti: in alcune aree, specie contadine e montane, per esempio si era soliti accendere un falò votivo utilizzando legna o arbusti raccolti dalla propria terra. O ancora, la sera de 31 ottobre, si imbastiva la tavola per la cena con un posto in più dedicato al caro defunto che avrebbe idealmente cenato con tutta la famiglia.
Ecco perché abbiamo ritenuto doveroso pubblicare questo breve articolo, affinché la memoria del passato non venga sostituita da un’effimera “moda” del presente.
———

Ma perché chiamarla Halloween in Veneto, quando nella nostra bella, musicale e millenaria lingua veneta la possiamo chiamare con suo vero nome, ovvero “lumaza”? Continua a leggere

Il Serenissimo Buson, presenta l’effigie usata nel 1997

toppa-busonVolete un pezzo di storia da conservare a casa? Ora potete, grazie all’iniziativa di Gilberto Buson, uno dei Patrioti che nel 1997 liberò Piazza San Marco!

In un video ci fa sapere infatti che sono disponibili delle toppe, in tiratura limitata, usate nel 1997 raffiguranti il leone marciano ripreso da quello che sventolava sulle navi venete durante la battaglia di Lepanto.

Se siete interessati ad averla, con certificato di garanzia numerato e autografato (per solo 10 euro+2 per le spedizioni), scrivete a: Gilberto Buson

Guarda il video di presentazione

Ad accomunare il Veneto alla Jugoslavia sarà solo il risultato finale

bandiera-veneto-leoneSono state molto rare le secessioni che non hanno conosciuto un bagno di sangue.”

Come c’era da aspettarsi l’intellighenzia italiana, preso atto del fatto che i veneti si stanno organizzando seriamente per affermare la propria indipendenza, inizia un’opera di disinformazione e fumo al fine di screditare l’intera vicenda.
Ne è un esempio l’articolo apparso sul giornale online “Linkiesta” a firma di Fabio Brinchi Giusti (residente a Cisterna di Latina) e intitolato “Quel Veneto che non vuole l’indipendenza”, dove si cerca di dimostrare come in Veneto non vi siano solo pericolosi “secessionisti” ma anche persone fiere di essere italiane.

Se come argomento di partenza può essere legittimo, Continua a leggere

Nuove T-Shirt Serenissime per l’estate 2014

Anche quest’anno Xoventù Independentista rinnova il suo guardaroba! Ecco le prime tre magliette della nuova collezione, 2 unisex e 1 da donna.
Le puoi ordinare direttamente da qua, oppure scrivendoci una mail a: [email protected]

L’offerta per averle è di 7 euro + 3 euro per le spedizioni.
Pagamento con paypal, postepay, bonifico o versamento su conto postale. In caso di ordinativi multipli si fanno degli sconti e in caso di richieste quantitativamente significative vi è la consegna a mano.

PHOTO_20140614_114053_1

No Grandi Navi a Venezia, una battaglia di tutti

bandiera-venetoaSabato prossimo si terrà a Venezia una manifestazione indetta per dire basta alle grandi navi nella laguna veneziana. Noi di Xoventù siamo assolutamente favorevoli alla proposta e anzi non solo pretendiamo che le navi da crociera non entrino più in laguna, minandone letteralmente le fondamenta, ma invochiamo venga da subito regolato anche il turismo nella nostra Capitale attraverso quote giornaliere d’entrata, spesso invocate ma mai applicate.

Il turismo porta benessere, ma di turismo si può anche morire: riteniamo indegno infatti per una città storica come Venezia, l’invasione cui è soggetta di turisti, di negozi che non vendono altro che paccottiglia asiatica, dove i veneziani si contano sulle dita di una mano e Continua a leggere

Museo islamico? NON a Venezia! [ecco perché]

bragadinMostreranno come Bragadin fu squoiato vivo? No. Ennesimo insulto alla nostra Storia da parte dell’italia; Venezia si eresse contro l’invasione islamica con migliaia di morti e da allora i nostri campanili alle 12 di ogni giorno suonano a festa.

 

7 ottobre 1571, la data parla da sola. Venezia è regina del mediterraneo, nell’intero continente europeo svolge un ruolo di dominatrice e proprio in questo priodo si presenta il problema “Islam”; i turchi vogliono infatti sottomettere Venezia e le sue navi per controllare l’intero mediterraneo. Gli ottomani occupano l’isola di Cipro, territorio veneto, il quale venne eroicamente difeso dai ciprioti mentre Islam minacciava apertamente gli interessi della Serenissima, il suo commercio ed i suoi possedimenti, ma fatto ancor più grave Continua a leggere

Xoventù sostiene “Patrioti Liberi”

patrioti-liberiXoventù Independentista invita tutti i veneti a dare un proprio contributo (anche piccolo) al comitato “Patrioti Liberi” per sostenere le famiglie dei veneti arrestati nell’indagine contro i secessionisti.

Un gesto di solidarietà per i nostri fratelli ingiustamente incarcerati. Glielo dobbiamo!

 

Per donazioni:
IBAN: IT75 C089 0461 6200 0900 0014 818
Oggetto: Per le famiglie dei patrioti veneti
Intestato a: Geremia Agnoletti
Presso: Banca Prealpi